L'architettura bioclimatica usa gli elementi naturali del sito nella quale viene impiegata (il sole, il vento, l'acqua, il terreno e la vegetazione) per realizzare edifici termicamente efficienti in grado di soddisfare i requisiti di comfort termico, indipendentemente dall'uso di impianti di climatizzazione.

L'approccio bioclimatico, al pari dei nostri altri obiettivi aziendali rivolti a ridurre l’impatto ambientale e assicurare il rispetto del pianeta, è legato al principio di

Sulla base degli stessi princìpi dichiarati sino ad ora, volti a garantire una qualità dei servizi elevata, accompagnata da risparmi di gestione e, soprattutto rispetto dell’ambiente, la GTS si dedica a pieno ritmo a garanzia dell’efficientamento energetico degli edifici e degli impianti, pubblici (es. illuminazione pubblica, Enti pubblici etc.) e privati (abitazioni private, aziende… etc.). L’efficientamento produce notevoli benefici: dall’adeguamento normativo di impianti e stabili, alla riduzione dell’inquinamento (atmosferico, luminoso…), fino al miglioramento dell’efficienza energetica ed alla conseguente miglior fruibilità degli edifici interessati e al relativo risparmio economico. Ci occupiamo pertanto di valutare fornitura energetica o termica, riqualificazioni impiantistiche a impianti di illuminazione e centrali termiche, progetti legati alle energie rinnovabili, opere inerenti l’involucro edilizio (sostituzione serramenti, insufflaggi, termoregolazione…).

GTS è un’azienda il cui obiettivo principale consiste nel ricavare energia e vivere nel mondo nel pieno rispetto dell’ambiente circostante: ecco perché riteniamo che risparmiare acqua, un bene prezioso, vitale, ma esauribile, è importantissimo. Siamo, pertanto, attivi nel campo dell’idraulica, della sanitaria, del trattamento e depurazione delle acque, del fotovoltaico, della climatizzazione, degli impianti radianti e delle caldaie a condensazione,

Per bioedilizia si intende l'architettura sostenibile (detta anche green building, bioarchitettura o architettura bioecologica): si tratta di una tipologia di architettura che progetta e costruisce edifici in grado di limitare gli impatti nell'ambiente.

Le caratteristiche principali alla base della bioedilizia sono costituiti anzitutto da una indagine preliminare per individuare, localizzare e misurare gli elementi perturbatori ed inquinanti che possono sussistere nell'ambiente, nei materiali e negli impianti ispezionati; successivamente ci si occupa di eseguire un’attenta analisi della potenzialità energetica del sito; questa tecnologia edilizia si differenzia in quanto punta alla tutela ed alla salvaguardia dell'ambiente, anche in caso di inserimenti che devono soddisfare la condizione di compatibilità; infine, altro punto focale consiste certamente nella selezione dei materiali d’impiego, i quali devono soddisfare precisi requisiti per garantire la tutela dell’ambiente circostante e la massima efficienza del loro utilizzo, il tutto sempre nel completo rispetto della natura.

In Italia i consumi energetici dell'edilizia rappresentano circa il 40% del totale nazionale del fabbisogno di energia. L'obiettivo che si deve conseguire a livello nazionale è quello di un effettivo risparmio energetico ed una conseguente riduzione delle emissioni di gas serra garantendo, al contempo, ottimi livelli di comfort interno, senza eccessivi extracosti di progettazione e costruzione.

Sulla base di quanto stabilito dal DLgs 192/2005, che definisce le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti