In Italia i consumi energetici dell'edilizia rappresentano circa il 40% del totale nazionale del fabbisogno di energia. L'obiettivo che si deve conseguire a livello nazionale è quello di un effettivo risparmio energetico ed una conseguente riduzione delle emissioni di gas serra garantendo, al contempo, ottimi livelli di comfort interno, senza eccessivi extracosti di progettazione e costruzione.

Sulla base di quanto stabilito dal DLgs 192/2005, che definisce le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti

termici e visto che da normativa del 1° luglio 2009 è entrato in vigore l'obbligo di redigere l'attestato di certificazione energetica A.C.E. per le singole unità immobiliari, anche sotto i 1000 m2, vendute o affittate , la GTS si occupa della redazione diagnostica degli edifici e del rilascio degli opportuni certificati conformi alle suddette normative.

L'attestato di certificazione energetica descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un'abitazione o di un appartamento e funge sia da strumento di controllo per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici al momento della progettazione e realizzazione, che come strumento di informazione dell'acquirente al momento dell' acquisto o della locazione dell' immobile. Ad ogni edificio viene assegnata una classe energetica (da A+ a G) che qualifica l'edificio stesso in base ai suoi consumi per il riscaldamento invernale. Oltre a questo può contenere una serie di indicazioni per il miglioramento delle prestazioni energetiche dell'unità immobiliare certificata.