Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico costituito dall'assemblaggio di più moduli fotovoltaici, i quali sfruttano l'energia solare incidente per produrre energia elettrica mediante effetto fotovoltaico.

Gli impianti "grid-connect" sono impianti connessi ad una rete elettrica di distribuzione esistente e gestita da terzi (ad es. dalla rete nazionale) che, però, immettono in rete la produzione elettrica risultante dal loro impianto fotovoltaico, opportunamente convertita in corrente alternata e sincronizzata a quella della rete.

Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico costituito dall'assemblaggio di più moduli fotovoltaici, i quali sfruttano l'energia solare incidente per produrre energia elettrica mediante effetto fotovoltaico.

Gli impianti impianti “stand-alone”, ovvero indipendenti: questa tipologia di impianti non è connessa ad alcuna rete di distribuzione; ciò significa che essi sfruttano direttamente sul posto l'energia elettrica prodotta e accumulata in un accumulatore di energia (batterie), risultando, così, elettricamente isolati ed autosufficienti.

Con questo termine ci si riferisce alla produzione di energia elettrica da fonte eolica realizzata con l'utilizzo di aerogeneratori di altezza inferiore a 30 metri. Gli aerogeneratori possono essere al servizio di una utenza isolata non collegata alla rete elettrica o connessi sia per una auto-produzione in scambio, che per la fornitura di energia elettrica alla rete (con contributo alla cosiddetta generazione distribuita). La differenza con il grande eolico risiede oltre che nella dimensione delle macchine nella possibilità di operare economicamente con regimi di vento inferiori a quelli richiesti dalle enormi macchine industriali.Grazie a questi aerogeneratori si può ottenere l’approvvigionamento elettrico necessario per uso domestico o per piccole imprese, risparmiando su consumi e costi proprio, perché essi sono in grado di funzionare anche a regimi ventosi ridotti.

Gli impianti solari termici sono dispositivi che permettono di catturare l'energia solare, immagazzinarla e usarla nelle maniere più svariate, in particolare ai fini del riscaldamento dell'acqua corrente in sostituzione delle caldaie alimentate tramite gas naturale.

Allestire un impianto solare termodinamico domestico per la propria abitazione significa adottare una soluzione moderna ed efficiente, che permette di sfruttare il calore solare anche in maniera indiretta, garantendo una massima resa, anche nei mesi più freddi. Questi pannelli sono, altresì, pratici e con un design moderno: si installano ovunque, senza problemi di rendimento, grazie a pannelli comodi e facili da posizionare su balconi, terrazze, in giardino e su tetti anche non rivolti a sud. Producono il 100% dell’acqua calda sanitaria in maniera continuativa, anche nei mesi invernali e, inoltre, sono completamente integrabili con il riscaldamento domestico, con risparmio fino al 70% su impianti a termosifone e autonomia completa nel caso di moderni impianti a pavimento e ventilati.

Con il termine biomassa si indica un insieme di organismi, animali o vegetali. presenti in una certa quantità in un dato ambiente, come ad esempio quello acquatico o terrestre.

Le biomasse e i combustibili da esse derivate emettono nell'atmosfera, durante la combustione, una quantità di anidride carbonica più o meno corrispondente a quella che viene assorbita in precedenza dai vegetali durante il processo di crescita. L'impiego delle biomasse ai fini energetici non provoca quindi il rilascio di nuova anidride carbonica, principale responsabile dell'effetto serra. Inoltre, data la loro natura, la biodegradabilità costituisce un ulteriore vantaggio per l'ambiente.

La cogenerazione è il processo di produzione contemporanea di energia meccanica (solitamente trasformata in energia elettrica) e di calore. Il calore è utilizzabile per riscaldamento di edifici e/o per processi produttivi-industriali.

Questo tipo di impianto si compone di un motore endotermico alimentato a combustibile fossile o rinnovabile (biogas, olio vegetale, ecc.), di un alternatore per la produzione di energia elettrica e di un sistema per il recupero dell'energia termica. La fusione di questi elementi consente di recuperare il calore dei circuiti di raffreddamento del motore e dai suoi gas di scarico al fine di convertirlo in acqua calda, acqua surriscaldata e vapore per alimentare le utenze di destinazione.

Molteplici i vantaggi dell’impiego della cogenerazione: non solo è possibile incrementare l'efficienza energetica complessiva attraverso un risparmio significativo di energia primaria immessa (anche del 30%), ma è anche assicurata una riduzione dell’impatto ambientale poiché, attraverso il risparmio di energia primaria, diminuisce l'immissione in atmosfera di Co2.

L'energia geotermica è l'energia generata per mezzo di fonti geologiche di calore e può essere considerata una forma di energia alternativa e rinnovabile. Si basa sui principi della geotermia, ovvero sullo sfruttamento del calore naturale della Terra (gradiente geotermico) dovuto all'energia termica rilasciata dai processi di decadimento nucleare naturale degli elementi radioattivi quali l'uranio, il torio e il potassio, contenuti naturalmente all'interno della Terra (nucleo, mantello e crosta terrestre). Scegliere un impianto geotermico significa assicurarsi un ambiente domestico confortevole, piacevolmente caldo d’inverno e fresco d’estate, utilizzando una tecnologia rispettosa dell’ambiente e vantaggiosa dal punto di vista economico.